image
wedding

Intervista a Romina di Sartoria Floreale

 

Come saprete, sono una appassionata di fiori, li adoro, ed era tempo che correvo dietro a Romina di Sartoria Floreale con la quale ho iniziato a collaborare lo scorso anno in autunno per avere una sua intervista. Io la stimo moltissimo, è una donna piena di talento. Lei è sempre super impegnata col lavoro ma, complice questo riposo forzato, sono riuscita nell’intento in questi giorni.

La prima domanda riguarda il suo percorso professionale, quindi …

Romina di Sartoria Floreale … quale è la tua formazione?

Ho trovato tardi la mia strada, ed ho cominciato a credere in me ancora dopo … sono i fiori la mia vita, i loro colori, i loro steli, le loro corolle ed i loro gesti.

Ho frequentato la Scuola FederFiori Base e Superiore. Ma la Scuola mi è servita per imparare le regole e le tecniche di base, il resto l’ha fatto la pratica: avere i fiori tra le mani e osservare la natura, quella sì che è formazione.

Romina, quale è il tuo stile?

Ognuno ha il suo modo di mettere insieme i fiori, ognuno la sua visione … perché di questo si tratta di una ‘visione’, ognuno ha la sua armonia di forme, di colori e di volumi. Quale è il mio stile? Il mio stile è sempre in evoluzione, come me… . Quando ho iniziato ne avevo uno, ora quello ‘stile’ si è evoluto e si evolverà ancora, cresce e si sviluppa con me.

Non è uno stile codificato a contraddistinguerci bensì le mani e la visione di cui parlavo prima. La mia è fortemente condizionata dalla natura e dalle sue forme. La spontaneità del fiore ed il rispetto per il suo ‘gesto’, senza forzature, inserirlo nella composizione rispettando la sua forma.

Quindi il tuo è uno stile molto naturale …

Non è il fiore ad assecondare la composizione ma il contrario. Il risultato è estremamente naturale ed organico sia nelle piccole che nelle grandi istallazioni.

Faccio un grande uso di verdi rami, foglie, legni, bacche ecc. per rendere più naturali possibile i miei allestimenti.

Seguo con ammirazione tanti flower designer italiani ed internazionali e sogno un giorno di arrivare a poter realizzare allestimenti tali da poter essere guardata con altrettanta ammirazione da colleghi appassionati come me.

A proposito di sogni: cosa sogna nel futuro Romina di Sartoria Floreale?

Sogni ne ho un’infinità e tutti legati a questo mondo!

Sogno una serra in ferro e vetro piena di rampicanti, con una infinità di piante e fiori, tavoli realizzati con vecchie tavolacce, pavimento in legno scricchiolante, i vetri un pò muschiati, una fontana con acqua che scorre piano e le ninfee.

Il mio futuro lo immagino lì …’

Ed è un futuro bellissimo e molto poetico, oserei dire.

Tra l’altro, aggiungo io, la serra sarebbe la location ideale per un Elopment Wedding da favola.

Grazie Romina per la tua disponibilità e per la Bellezza del tuo narrare, speriamo di riprendere presto il nostro lavoro nel campo del wedding, in questo momento bruscamente interrotto.

Sandra Colamedici Glamorous Events

 

 

Comments are closed.

Works with AZEXO page builder